"Alesso e dintorni", dal puint di Braulins al puint di Avons

"Alesso e dintorni", dal puint di Braulins al puint di Avons

giovedì 9 ottobre 2014

Mercoledì ad Alesso l'inaugurazione della mostra fotografica sullo sfollamento del 1944 (II)

 Inaugurata ieri sera  nel Centro servizi di via Libertà  ad Alesso la mostra fotografica "Memorie di un esodo" che presenta le immagini scattate da un fotografo tedesco durante l'occupazione dei paesi nel 1944 e recuperate nel Museo di Storia moderna di Lubiana, arricchita da testimonianze materiali sull'occupazione cosacca. Vi sono stati  gli interventi del sindaco Augusto Picco, che ha citato le diverse iniziative proposte dal Comune (dai libri alle mostre all'inaugurazione della targa in piazza) per consolidare la memoria storica degli avvenimenti, e quella del responsabile del Centro di documentazione Pieri Stefanutti (che con una presentazione powerpoint ha intrecciato le vicende della guerra nel Litorale Adriatico con gli eventi di microstoria locale). E' stata presentata poi  la certosina ricerca  di Zuan Cucchiaro che ha analizzato le dimensioni del fenomeno dello sfollamento nella frazione di Alesso, elencando analiticamente "dulà che a son sfolâts i Dalessàns". C'è stata infine l'illustrazione della mostra che, oltre alla documentazione fotografica sullo sfollamento, presenta anche materiali sulla occupazione cosacca, come l'insegna di una stànitsa (villaggio) e quattro quadri dipinti da un ufficiale di stanza a Cavazzo che ha portato sulla tela l'immagine di alcune  zone di provenienza dei cosacchi (l'Armenia, la Georgia ed il Caucaso).  La mostra sarà aperta giovedì, venerdì e Sabato dalle 18 alle 21, e domenica 12 ottobre dalle 16 alle 21.

Nessun commento:

Posta un commento

Ogni opinione espressa attraverso il commento agli articoli è unicamente quella del suo autore, che conseguentemente si assume ogni responsabilità civile, penale e amministrativa derivante dalla pubblicazione sul Blog Alesso e Dintorni del testo inviato. Grazie.